migliore assicurazione viaggio
Home » Migliore Assicurazione Viaggio Maggio 2019

Migliore Assicurazione Viaggio Maggio 2019

Pianificare per filo e per segno un viaggio non è semplicissimo perché può sempre sfuggirci qualcosa. Ormai avrete sicuramente sentito dire che non bisogna mai dimenticarsi di stipulare una buona polizza viaggio prima di partire perché quando si viaggia fuori dall’Italia è sempre bene non rischiare.
Ho detto fuori dall’Italia perché molti sono convinti che assicurarsi sia necessario solo quando si va negli Stati Uniti: in realtà, un’assicurazione viaggio può essere utilissima anche se si rimane in Unione Europea.

Per prima cosa infatti non ovunque la tessera europea malattia (TEAM) copre il 100% delle spese sanitarie. Poi meglio che non vi dica quanto può costare un aereo sanitario anche da un paese vicino all’Italia, cifre spropositate. Parlo di casi limite, per carità, ma le polizze devono avere questa funzione: assicurare contro eventi, anche scarsamente probabili, che potrebbero generare grossi danni.
Quindi la regola è semplice: viaggiate fuori dall’Italia? Stipulate una buona assicurazione viaggio prima di partire!

Quali sono le migliori polizze viaggio?

Abbiamo selezionato con cura le migliori soluzioni per assicurare il proprio viaggio.

Mostrami le assicurazioni!

Oggi sul mercato italiano online si contano numerose compagnie ed intermediari che propongono svariati prodotti. A prima vista si somigliano tutti, ma non è affatto vero che una polizza vale l’altra. Visto che si tratta di un prodotto molto importante e spesso sottovalutato, è bene scegliere la polizza che accompagnerà il vostro viaggio con molta cura.
Prediligere i prodotti proposti da intermediari italiani è secondo me già un primo step di selezione: un intermediario (o una compagnia) che opera in Italia è sottoposto alla vigilanza del nostro IVASS (Istituto di vigilanza sulle assicurazioni), organo che garantisce il rispetto di determinati requisiti, importanti per non acquistare prodotti fuori legge.

Fatta quindi una prima scrematura, è il momento di concentrarci sui nostri bisogni e sul prodotto che meglio può coprirci in viaggio. Stiamo facendo questo ragionamento con voi, se volete trovate la selezione di polizze già bella che pronta cliccando sul pulsante più in alto nella pagina!

Come si sceglie l’assicurazione viaggio

Non mi stancherò mai di dire che ci sono due categorie di polizze viaggio: quelle che escludono le malattie preesistenti e croniche e quelle che NON le escludono. Le prime sono assicurazioni normalissime, possono essere anche di qualità ma non sarete coperti se l’evento medico in viaggio è dovuto ad una condizione preesistente (es. pressione alta, …); in tutti gli altri casi sarete coperti (al netto delle esclusioni ovviamente).
Le polizze viaggio che NON escludono dalla copertura sinistri dovuti a condizioni mediche pregresse o croniche, vi coprono anche in caso di evento collegato ad una situazione preesistente.
In generale però, nessuna assicurazione viaggio copre queste situazioni/condizioni:

  • patologie in fase acuta
  • viaggi contro il parere del medico
  • viaggi allo scopo di curarsi (devono essere eventi di emergenza inattesi)
  • malattie psichiche
  • malattie sessualmente trasmissibili, hiv, aids
  • eventi derivanti da abuso di alcol o droghe
  • … vi invitiamo a leggere sempre le esclusioni prima di sottoscrivere

Come leggere in fascicolo informativo di un’assicurazione viaggio

Oggi i fascicoli informativi sono molto più facili da leggere che in passato, le nuove leggi in materia hanno obbligato le compagnie a redarre i DIP che semplificano notevolmente la comprensione del prodotto assicurativo poiché specificano chiaramente a cosa serve la polizza, cosa copre, quando non copre, come fare per segnalare un sinistro ecc..
Quello che voi dovete fare è leggervi tutto, solo così si comprende realmente un assicurazione viaggio: fatelo, non commettete più l’errore di sottovalutare questo prodotto.

Detto questo so che vi cimenterete nella lettura del fascicolo informativo: la prima parte è proprio il DIP che da una bella panoramica su quello che offre la polizza e sulle sue condizioni. Le parti fondamentali di un’assicurazione di viaggio sono l’assistenza (rientro, rimpatrio sanitario, invio medicinali urgenti, consulenza medica, ….) e le spese mediche (massimale, franchigia, pagamento diretto per ricovero).
Quindi fondamentale diventa la parte generica, ovvero relativa a tutte le sezioni in cui è divisa la polizza e la parte relativa alla singola sezione (assistenza, spese mediche): infatti troverete esclusioni e condizioni valide per tutte le sezioni ed altre relative ad una specifica sezione (che integrano le precedenti).

Assistenza in viaggio

La sezione assistenza in viaggio è una delle parti da approfondire con molta attenzione: contiene tutte le prestazioni generiche e non comprese in altre sezioni di cui potrà farsi carico la compagnia in caso di necessità. Le coperture più importanti riguardano il rientro anticipato, il rimpatrio sanitario, la consulenza medica telefonica,… è inutile che specifichi ogni singola voce perché possono variare da prodotto a prodotto.

Spese mediche in viaggio

Le spese mediche sono un’altra sezione importantissima: si richiedono massimali alti (considerate che per USA e Canada è bene essere sopra al milione di €), franchigie basse o meglio pari zero e mai scoperti. Le assicurazioni devono anche prevedere il pagamento diretto per le spese ospedaliere in caso di ricovero. Il resto, da prassi, è a rimborso.
Se volete date uno sguardo alle cure dentistiche urgenti, qui i massimali sono quasi sempre molto bassi.

Ricordiamo che le polizze selezionate le potete trovare qui!

 

 

 

Andrea Tobanelli

Sono viaggiatore e un consulente assicurativo (iscrizione RUI IVASS n. B000542111) esperto in polizze viaggio.
Il mio team ed io lavoriamo ogni giorno per selezionare le migliori soluzioni, sentiti libero di contattarci.
tobanelli.andrea@gamil.com

Your Header Sidebar area is currently empty. Hurry up and add some widgets.